Paoletti secondo agli europei

 


Si è concluso ieri ad Auronzo di Cadore, il 62esimo Gran Premio Motonautico che prevedeva la disputa del Campionato Europeo Circuito delle classi F.2 (in prova unica), F.250 e F.1000 int. e del Campionato Italiano Circuito delle classi F.1000 Int. ed Osy400.


Nella Formula 2, Europeo da dimenticare Paolo Zantelli. Il pilota della Motonautica Parmense, campione italiano di categoria, è riuscito a disputare soltanto la prima manche di gara; nel corso della seconda infatti il suo scafo si è scontrato con quello del leader di classifica, lo svedese Erik Stark. Lo scafo di Zantelli ha riportato però il danno maggiore ed il pilota azzurro è stato costretto al ritiro. Stark è riuscito invece a ripartire disputando le due manches rimanenti: in totale lo svedese ne ha vinte tre sulle quattro in programma, aggiudicandosi il titolo europeo della F.2. La medaglia d’argento della F.2 è stata conquistata dall’inglese Malcom Goodman, al suo esordio in questa importante classe di motonautica inshore. Bronzo continentale al norvegese Per Edwardsen.

Podio tutto azzurro invece nell’Europeo della F.1000, arrivato ad Auronzo di Cadore alla seconda ed ultima tappa. Sugli undici partenti (in rappresentanza di tre nazioni), il titolo continentale è finito nella mani di David Del Pin, il friulano del Club Motonautico Tuttamarano, che oggi con tre manches vinte sulle quattro in programma è stato il pilota più forte tra gli azzurri. Si è imposto sul cremonese Daniele Ghiraldi e sul veneto Stefano Paoletti (nella foto con il sindaco di Miane, Angela Colmellere), rispettivamente secondo e terzo classificati. Del Pin ha festeggiato così il secondo titolo europeo della F.1000 ottenuto in carriera. Argento continentale a Stefano Paoletti, bronzo al veneto Daniele Cargnello (nono classificato di giornata).

La prova dell’Europeo F.250 è stata invece vinta dal tedesco Renè Behncke, che ha dominato con tre vittorie nette. Seconda piazza sul podio per l’inglese Wayne Turner; terza classificata, Tunde Bedy, la svedese che corre con licenza austriaca. Delusione e un po’ di sfortuna per Claudio Fanzini, il piacentino della Effeci Racing Team, che ha chiuso la gara bellunese al 7° posto finale. Fanzini aveva ottenuto un buon terzo nelle prime due manches, ma poi si è dovuto ritirare a causa di problemi meccanici. Per l’Europeo della 250, l’ultima gara stagionale è prevista a Boretto (Reggio Emilia) il 7-9 settembre.

Per il Campionato Italiano delle classi F.1000 ed Osy400, quello di Auronzo è stato il penultimo appuntamento stagionale (le finali si disputeranno a Cremona il 6 e 7 ottobre). Nella classe Osy400, a vincere è stato Diego Bacchiega; il pilota milanese del Woodstock yatching Club, con due vittorie ed un terzo posto sulle quattro manches a disposizione, si è sbarazzato del reggiano Michele Gardini e del piacentino Igor Vallisa (rispettivamente 2° e 3° classificati). Nel campionato Italiano F.1000, si è imposto per David Del Pin, su Daniele Ghiraldi e Stefano Paoletti (rispettivamente secondo e terzo a podio). Quarto posto per Chiara Rossi, la rodigina del Woostock Yatching Club.